L'ultima volta che vidi Parigi

L'ultima volta che vidi Parigi (The Last Time I Saw Paris) è un film del 1954 diretto da Richard Brooks. Il soggetto è tratto da Babylon Revisited, un racconto di Francis Scott Fitzgerald pubblicato il 21 febbraio 1921 su The Saturday Evening Post. A Parigi nel secondo dopoguerra il tenente americano Charles Wills conosce Marion Ellswirth, di famiglia benestante. La sorella Helen, ragazza di temperamento allegro e amante dei divertimenti, si innamora di lui, ricambiata, e i due si sposano. Dalla loro unione nasce una bimba, Vicki, che i genitori amano teneramente. Ma la vita coniugale, iniziata sotto i migliori auspici, ben presto si fa difficile: Charles, che è uno scrittore, vede deluse le sue speranze di successo. Ottiene un impiego, però lo stipendio non basta per condurre quella vita signorile a cui era abituata Helen. Charles è avvilito ed Helen, che si sente trascurata dal marito, subisce il fascino di Paul Lane, un mediocre giocatore di tennis, dichiarandosi disposta al divorzio pur di sposarlo, ma questi non ne vuole sapere. Charles corteggia intanto una ricca americana. Helen, respinta dal tennista, torna a casa da un party, nel cuore della notte, a piedi e ubriaca. Nevica e lei è in abito da sera, però non può entrare a casa perché il marito, a sua volta alticcio, non le apre la porta. Helen chiede allora ospitalità a Marion e a suo marito James, ma in seguito al disagio sofferto si ammala di polmonite. Ridotta in fin di vita, si riconcilia col marito, quindi muore. Source: Wikipedia -> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27ultima_volta_che_vidi_Parigi

LicensePublic Domain

More videos by this producer

Sabrina (film 1954)

Sabrina è un film del 1954 diretto da Billy Wilder e interpretato da Audrey Hepburn. Sabrina Fairchild è una timida e graziosa ragazza, figlia dell'autista di una famiglia miliardaria di Long Island, i Larrabee. Da sempre innamorata del secondogenito David, il classico dongiovanni perdigiorno, il q

Arriva John Doe (1941)

La giornalista licenziata Ann Mitchell stampa una falsa lettera del disoccupato "John Doe", che minaccia il suicidio per protestare contro i mali sociali. Il giornale è costretto a riassumere Ann e assume John Willoughby per impersonare "Doe". Ann ei suoi capi mungono cinicamente la storia per tutto

L'uomo scimmia

L'uomo scimmia (The Ape Man) è un film del 1943 prodotto negli Stati Uniti, diretto da William Beaudine e interpretato da Bela Lugosi. Il soggetto è tratto dal racconto They Creep in the Dark scritto da Karl Brown. Uno scienziato fa esperimenti su sé stesso, trasformandosi in una scimmia.