La notte dei morti viventi (1968)

La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead) è un film del 1968 diretto, scritto, fotografato, montato e musicato da George A. Romero e interpretato da Duane Jones, Judith O'Dea e Karl Hardman. La storia segue i personaggi Ben (Duane Jones) e Barbra Huss (Judith O'Dea), insieme ad altre cinque persone, intrappolate nella casa colonica di un cimitero della Pennsylvania che pullula di "morti viventi". La notte dei morti viventi è stato il primo film della tetralogia dei morti viventi diretta da Romero; inoltre ne sono stati realizzati due remake. Alla sua uscita è diventato un vero e proprio cult, incassando 18 milioni di dollari in tutto il mondo. Tuttavia il film ha ricevuto diverse critiche negative a causa del contenuto di scene esplicite, mentre in Italia fu recensito con sorprendente e acuta positività da molti critici, finché non è stato selezionato dalla Library of Congress per la preservazione nel National Film Registry come film esteticamente "significativo". A causa di un errore commesso dal distributore il film è diventato di pubblico dominio. Durante le riprese il film non aveva ancora il titolo attuale e si chiamava Night of the Flesh Eaters, poi cambiato poiché era troppo simile a quello del film The Flesh Eaters,[1] mentre sul copione era intitolato Monster Flick. Il film è stato oggetto di diverse interpretazioni: alcuni ritengono che la pellicola sia una metafora della guerra fredda, in cui gli zombi rappresenterebbero i sovietici, altri invece che sia una metafora della guerra del Vietnam; inoltre secondo alcuni critici il film tratterebbe tematiche quali la libera circolazione di armi e il razzismo negli USA. In una località rurale della Pennsylvania, Barbra e suo fratello Johnny sono in visita alla tomba del non troppo amato padre quando improvvisamente vengono assaliti da uno strano uomo che nonostante i movimenti lenti e impacciati, riesce a uccidere Johnny[2]. Barbra fugge in preda al panico e giunge in una casa di campagna in cui cerca rifugio. Qui trova solo il cadavere in decomposizione della precedente proprietaria. Il telefono è isolato e sembra non esserci speranza, quando ad un tratto un uomo irrompe in casa. Il suo nome è Ben e, grazie ai suoi nervi saldi, organizza una difesa contro gli strani esseri che si stanno radunando intorno all'abitazione. L'assedio continua e i due resistono scoprendo che le creature temono il fuoco. Ben è all'erta, mentre Barbra è ormai preda di una crisi nervosa. Improvvisamente dalla cantina escono due uomini. Sono Harry e Tom, anche loro scampati all'attacco delle creature. Harry si trova lì con la moglie Helen e la figlioletta Karen, mortalmente ferita da una creatura. Tom invece è in compagnia della fidanzata Judy. Tra Harry e Ben scoppia subito lo scontro a causa delle diverse idee che i due hanno sulla difesa della casa. La cosa viene complicata da uno zombie che riesce a fare breccia in una finestra e tenta di aggredire Ben. Lui per difendersi è costretto a usare la carabina Winchester e dopo tre spari riesce infine a colpire il morto alla testa uccidendolo. Il rumore viene sentito fuori, richiamando così altri morti viventi che circondano ancora di più la casa. Source -> Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/La_notte_dei_morti_viventi_(film_1968)

LicensePublic Domain

More videos by this producer

Arriva John Doe (1941)

La giornalista licenziata Ann Mitchell stampa una falsa lettera del disoccupato "John Doe", che minaccia il suicidio per protestare contro i mali sociali. Il giornale è costretto a riassumere Ann e assume John Willoughby per impersonare "Doe". Ann ei suoi capi mungono cinicamente la storia per tutto

L'uomo scimmia

L'uomo scimmia (The Ape Man) è un film del 1943 prodotto negli Stati Uniti, diretto da William Beaudine e interpretato da Bela Lugosi. Il soggetto è tratto dal racconto They Creep in the Dark scritto da Karl Brown. Uno scienziato fa esperimenti su sé stesso, trasformandosi in una scimmia.

La piccola principessa

La piccola principessa è un film diretto da Walter Lang e, non accreditato, William A. Seiter. Il film è ispirato all'omonimo romanzo per bambini scritto da Frances Hodgson Burnett, del quale è il secondo adattamento cinematografico dopo la versione del 1917 con protagonista Mary Pickford. Per la p